capriccincucina, icapriccidellunedì, Uncategorized

Menu settimanale in 5 mosse

Se qualche anno fa mi avessero parlato di persone che regolarmente pensano e progettano un menù settimanale, probabilmente avrei sorriso e lo avrei considerato una pratica esagerata e pure un pochino paranoica. E ovviamente non avrei mai pensato che, qualche anno più tardi, questo argomento suscitasse in me un interesse tale da volerlo annoverare tra i miei buoni proposito fino a sperare che diventasse un’abitudine.

Diventare mamma mi ha portato a voler esser più organizzata o almeno di provare ad esserlo per ottimizzare il mio tempo e ho scoperto che ideare e pianificare in anticipo quello che sarà il menù delle cene settimanali è valido aiuto in questo senso. Beh è facile da immaginare, in effetti, ma fino a quando non si prova non ne si vedono i grandi benefici.

Lavorando part-time e avendo il pomeriggio impegnato coi bambini tra varie attività sportive o magari in semplici pomeriggi di gioco, si arriva a cena in un batter d’occhio e avere già in mente cosa cucinare, aver scongelato qualcosa, se necessario, o aver addirittura impostato la cena nelle prime ore della giornata è sicuramente un grande aiuto per soddisfare dei cuccioli stanchi ed affamati ma anche e soprattutto per salvarsi da probabili attacchi isterici pre-cena.

Inoltre, se ci si pensa bene, pianificare il menù settimanale è più difficile a dirsi che a farsi. Infatti non sono poi tanti i pasti da organizzare durante la settimana, sono solo 5 (considerando solo le cene ed escludendo il weekend) come almeno 5 sono i vantaggi che mi hanno spinto a provare:

  • si preparano cene varie e bilanciate
  • si evitano sprechi nel frigorifero e nella dispensa
  • la cena si prepara in un lampo
  • la spesa si fa in modo più consapevole
  • i bambini sanno già cosa avranno per cena (non sembra ma a volte è un vantaggio per evitare capricci)

Ecco come vi consiglio di procedere:

Raccogliete le idee:
Quando avete tempo, sfogliate i vostri libri di ricette preferiti, magari insieme ai vostri bambini più grandi che si sentiranno così coinvolti e appuntatevi delle ricette che vi ispirano. Queste ricette vi saranno utili da poter piazzare qua e là nel gioco di incastri tra i pasti della vostra settimana. In questo modo sperimenterete piatti nuovi, bilanciati e soprattutto non monotoni.

Procuratevi il menù settimanale scolastico:
Per fare un lavoro fatto bene, se avete figli, dovreste procurarvi anche il menù scolastico ed individuare il menù della settimana in corso (usate la chat di gruppo per un motivo valido e chiedete lì se non riuscite sempre ad andare a scuola e leggere il menù, qualche mamma saprà sicuramente aiutarvi). Così facendo saprete cosa mangiano i vostri bambini a pranzo ed eviterete di replicare le stesse pietanze alla sera. Anche i vostri figli ne saranno felici.

Trovate strumenti carini che rendano la progettazione più divertente:
Bisogna sempre trovare il lato positivo nelle cose anche quando si svolgono attività apparentemente lunghe e noiose, no? Se siete amanti della cartoleria vi consiglio questo meals planner trovato online molto carino, economico e colorato che vi permetterà di segnare i vari pasti della settimana e al contempo di stilare velocemente una lista della spesa in base agli ingredienti scelti per le cene e poi di strapparla e portarla con voi al supermercato. Inoltre è calamitato per essere attaccato comodamente e in vista sul frigorifero e corredato di comoda matitina. Ovviamente non ne avete veramente bisogno ma rende il tutto più divertente.

Trovate mezz’ora di tempo:
Durante il weekend, ritagliatevi mezz’ora di tempo per sedervi con calma e scrivere un menù il più bilanciato e sano possibile, combinando i vari alimenti e alternandoli. Variate tra legumi, pesce e carne (non troppa), usate verdure di stagione e cereali sempre diversi per spezzare la monotonia della pasta o del riso e realizzate, quando possibile, piatti unici. Sto riscoprendo recentemente quanto sia sano, bello e anche pratico aver davanti un piatto con tutto quello che si deve mangiare. E’ carino soprattutto per i bambini poiché li si lascia liberi di scegliere in che ordine mangiare le cose e come abbinare i sapori, sembra di mangiare molto di più perché il piatto è pieno e colorato e inoltre, noi genitori non dobbiamo continuamente alzarci per servirli (cosa che mi stava cominciando a pesare parecchio)

Se non avete idea di come abbinare e combinare gli alimenti ci sono siti di nutrizionisti e dietologi/dietisti che vi sapranno aiutare in questo. Una volta imparato il meccanismo poi diventa più semplice e automatico.

Andate a fare la spesa:
Avendo già chiaro in testa cosa andrete a cucinare, sarà più facile e veloce fare la spesa settimanale. Avrete la vostra lista con voi e comprerete le cose che usate ogni giorno e che nella vostra cucina non possono mancare. Poi vi focalizzerete sui prodotti e ingredienti delle ricette che avete scelto e non dovrete improvvisare troppo e vagare senza meta con il vostro carrello cercando di driblare la gente che avrà avuto la vostra stessa idee e si sarà fiondata al supermercato alla stessa ora.

E ora tocca provare e vedere come va, intanto vi auguro buona sperimentazione e buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...